Home > Attività > Area Antincendio

La sicurezza antincendio (prevenzione e protezione incendi) è una materia orientata alla salvaguardia e all’incolumità delle persone, nonché alla tutela dei beni e dell’ambiente, mediante il conseguimento dei seguenti obiettivi primari:

1. la riduzione al minimo delle occasioni d’incendio;
2. la stabilità delle strutture portanti per un tempo utile ad assicurare il soccorso agli occupanti;
3. la limitata produzione di fuoco e fumi all’interno delle opere e la limitata propagazione del fuoco alle opere vicine;
4. la possibilità che gli occupanti lascino gli edifici indenni o che gli stessi siano soccorsi in altro modo;
5. la possibilità per le squadre di soccorso di operare in condizioni di sicurezza.
Il rischio di ogni evento incidentale (l’incendio nel nostro caso) risulta definito da due fattori:
1. la frequenza, cioè la probabilità che l’evento si verifichi in un determinato intervallo di tempo;
2. la magnitudo, cioè l’entità delle possibili perdite e dei danni conseguenti al verificarsi dell’evento.

L’attuazione di tutte le misure per ridurre il rischio mediante la riduzione della sola frequenza viene comunemente chiamata “PREVENZIONE”, mentre l’attuazione di tutte le misure tese alla riduzione della sola magnitudo viene, invece, chiamata “PROTEZIONE”.

In particolare le misure di Protezione Antincendio possono essere di tipo ATTIVO o PASSIVO, a seconda che richiedano o meno un intervento di un operatore o di un impianto per essere attivate.

Ad esempio pensiamo alle compartimentazioni antincendio e alle porte tagliafuoco come misure di tipo passivo, oppure agli estintori, alla rete idranti, agli impianti di spegnimento automatico, ecc. per le misure di tipo attivo.

Ovviamente le azioni Preventive e Protettive non devono essere considerate alternative ma complementari tra loro nel senso che, concorrendo esse al medesimo fine, devono essere intraprese entrambe proprio al fine di ottenere risultati ottimali.

Ruoli e Competenze

I ruoli offerti da IVAN MASCIADRI in materia di prevenzione incendi sono:

a. RESPONSABILE TECNICO DELLA SICUREZZA ANTINCENDIO.
b. PROGETTISTA ANTINCENDIO.
c. CERTIFICATORE ANTINCENDIO AI SENSI DELL’EX LEGGE 818/84.
d. ADDETTO ANTINCENDIO RISCHIO ELEVATO.

In particolare, il professionista IVAN MASCIADRI offre il valore aggiunto di una consulenza specialistica di prevenzione incendi.

In base alle proprie competenze collabora e assiste il Datore di Lavoro e/o il Servizio di Prevenzione e Protezione e/o l’Ufficio Tecnico, attraverso un’attività di gestione e coordinamento della prevenzione incendi, come di seguito dettagliatamente descritta:

1. Verifica l'adeguatezza delle strutture, degli impianti e delle attrezzature ai fini della prevenzione e protezione incendi.
2. Individua le misure di miglioramento o di adeguamento necessarie per giungere ad adeguati livelli di sicurezza ai fini della prevenzione e protezione antincendio.
3. Programma/progetta gli interventi di cui al punto 2, in accordo con le normative tecniche applicabili ed in condivisione con gli Enti Ufficiali preposti (Vigili del Fuoco).
4. Coordina le attività di realizzazione delle opere/misure individuate ai fini del miglioramento/adeguamento delle condizioni di sicurezza ai fini della prevenzione e protezione antincendio.
5. Coordina l'attività di manutenzione delle strutture, degli impianti delle attrezzature antincendio.
6 Cura la documentazione di prevenzione incendi, presentando le domande per il rilascio di autorizzazioni nelle sedi competenti, curando l’iter procedurale ed amministrativo e disimpegnando ogni altra incombenza burocratica richiesta dalle normative vigenti e di futura emanazione; in particolare cura l’iter procedurale ed autorizzativo ai sensi del D.P.R. n.151/2011 (nulla osta di fattibilità, verifiche in corso d’opera, progetti di conformità antincendio, SCIA antincendio e Asseverazione antincendio, Certificato di Prevenzione Incendi – C.P.I.).
7. Redige le procedure tecniche di gestione delle strutture e degli impianti ai fini della prevenzione e protezione antincendio.
8. Aggiorna le misure di prevenzione incendi in relazione ai mutamenti organizzativi e produttivi anche in relazione al grado di evoluzione della tecnica, della prevenzione e della protezione antincendio.
9. Al fine di un costante miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, mantiene continui rapporti con il Datore di Lavoro, il Servizio di Prevenzione e Protezione, i Preposti, i Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza, le organizzazioni sindacali e qualora ci fosse la necessità anche con le altre direzioni aziendali.
10. Presenzia alle visite ispettive dando seguito alle richieste - prescrizioni - ordinanze formulate dai pubblici funzionari competenti.
11. Cura la redazione e il mantenimento del registro di sicurezza antincendio comprensivo di procedure e report d’intervento relativi alla sorveglianza e controllo dei presidi antincendio, l’attività d’informazione e formazione antincendio del personale, le prove di evacuazione ed eventuali non conformità riscontrate.

Progettazione Antincendio

PREVENZIONE E PROTEZIONE INCENDI APPLICATA ALLA PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE DELLE OPERE, ALLE FORNITURE E AI SERVIZI.

L’attività si concretizza attraverso:

1. La verifica delle linee d’indirizzo per la redazione dei progetti di conformità.
2. La redazione dei progetti di conformità antincendio per attività soggette alle visite e ai controlli di prevenzione incendi.
3. Il coordinamento dell’attività delle imprese in fase di esecuzione delle opere antincendio, per assicurare l’adozione delle scelte esecutive più idonee e quindi conformi ai progetti approvati dai V.V.F.
4. L’assistenza alla Direzione Lavori per la realizzazione delle opere antincendio.
5. Il rilascio delle certificazioni antincendio ai sensi dell’ex Legge n. 818/84 (CERT. REI e DICH. PROD.).
6. La verifica e la supervisione degli incarichi di volta in volta affidati all’esterno, ad esempio nel rilascio delle certificazioni antincendio, delle dichiarazioni di conformità, rapporti di prova, omologazioni dei prodotti, ecc.
7. La consulenza in materia di Reazione al Fuoco dei materiali su tutte le forniture, sia in fase di indizione di gara, sia per quelle oggetto di acquisizione da parte dell’ufficio competente (ad esempio Provveditorato ed Economato).
8. La consulenza antincendio in fase di redazione dei capitolati speciali d’appalto (ad esempio per la manutenzione dei presidi antincendio e dei dispositivi di sicurezza).
9. La verifica nel caso di lavori e/o forniture di beni e servizi dell’idoneità tecnico-professionale dei fornitori (imprese appaltatrici o lavoratori autonomi, ecc.).
10. La progettazione tecnica degli impianti prettamente finalizzata alla sicurezza antincendio, offerta grazie a un Network di professionisti altamente qualificati.

Opere Antincendio, Forniture e Servizi

Compartimentazioni

Presidi antincendio

Porte tagliafuoco

Impianti

* Network con imprese e aziende leader di settore

Modulistica di Prevenzione Incendi

Normativa di riferimento *:

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 1° agosto 2011, n. 151
Regolamento recante semplificazione della disciplina dei procedimenti relativi alla prevenzione degli incendi. >> PDF
DECRETO 7 agosto 2012
Disposizioni relative alle modalità di presentazione delle istanze concernenti i procedimenti di prevenzione incendi e alla documentazione da allegare, ai sensi dell'articolo 2, comma 7, del Decreto del Presidente della Repubblica 1° agosto 2011, n. 151. >> PDF

La modulistica aggiornata è reperibile sul portale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

* Si consiglia di verificare sempre eventuali aggiornamenti.

top